I CONTENUTI DEL PROGETTO FASI 

Il PROGETTO  FASI, si colloca all’interno dell’azione progettuale denominata “LAVORI POSSIBILI”   azioni di sistema  finanziate da Regione Lombardia in collaborazione con  la Provincia di Monza e della Brianza e Afol Monza e Brianza, per l’annualità 2017.

Il PROGETTO FASI ha una partnership di aziende a carattere internazionale  e nazionale, con la presenza di un centro di ricerca universitario  e aziende che hanno sviluppato particolari soluzioni per la valorizzazione delle competenze delle persone con disabilità. Tutte le aziende partner nel progetto sono impegnate ad sperimentare soluzioni mirate all’inclusione socio lavorativa integrale e personalizzata dei lavoratori.

 

All’interno del PROGETTO FASI, sarà delineata la nuova figura del Disability Manager, attraverso interventi di ricerca/azione che prevedono la progettazione di una figura innovativa nell’ambito della presa in carico globale dei lavoratori disabili in azienda. I percorsi di ricerca/azione   consentiranno di definire le competenze   gli strumenti metodologici che il Disability Manager  dovrà utilizzare per  la presa in carico e la piena inclusione nei contesti di lavoro  del lavoratore con ridotte capacità lavorative.

La formazione della figura del  Disability Manager punta all’acquisizione di competenze per la presa in carico globale dei destinatari dell’intervento, utili ad agevolare la relazione tra l’organizzazione aziendale e la persona disabile.

All’interno del PROGETTO FASI, sarà delineata la nuova figura del Disability Manager, una figura innovativa nell’ambito della presa in carico globale dei lavoratori disabili in azienda. I percorsi di ricerca/azione  posti in atto nel progetto, consentiranno di definire le competenze   e   gli strumenti metodologici che il Disability Manager  dovrà utilizzare per  la presa in carico e la piena inclusione nei contesti di lavoro del lavoratore con ridotte capacità lavorative.

 

Il PROGETTO FASI prevede anche un percorso formativo per i Disability Manager che si articola in:

  1. percorso formativo in modalità frontale, finalizzato a trasmettere competenze e strumenti metodologici, necessari per una corretta presa in carico del lavoratore disabile;
  2. formazione on the job, per sperimentare gli apprendimenti acquisiti nel percorso d’aula;
  3. consulenza personalizzata.